Ti aiuto a gestire il tempo per cambiare la tua vita, in un’ottica di work-life balance.

BLOG gestione del lavoro gestione del tempo time managing

Tipologie di multipotenziali: quali sono e a quali appartieni

Tipologie di multipotenziali e a quale appartieni

Avrai già sentito parlare di multipotenzialità, ma se non fosse così nessun problema perché in questo articolo oltre a trattare delle tipologie di multipotenziali e capire a quale appartieni, se vi appartieni, spiegherò anche di cosa si tratta. In più ti consiglierò alcune letture, per approfondire.

Buona lettura!

Esiste una stretta correlazione tra un multipotenziale e la gestione del tempo. Ne ho parlato nel seguente articolo: Multipotenziali e gestione del tempo. Ti invito a leggerlo per comprendere fino in fondo gli eventuali problemi di time management che un multipotenziale può essere costretto a vivere, ma soprattutto come riuscire a superarli.

Ma essere multipotenziale può impattare non solo sulla propria gestione del tempo, ma anche sulla propria direzione di vita e lavorativa.

Partiamo dall’inizio, dal concetto di multipotenzialità, ovvero della qualità e della capacità delle persone che hanno più interessi e attività, una forte curiosità intellettuale, sono creativi ed eccellono in più settori.

Ispirato dalle teorie psicologiche sullo sviluppo del talento e sulla diversità degli interessi umani, il concetto di multipotenzialità si è andato evolvendo, espandendosi sempre più.

Il concetto di multipotenzialità, espresso per lo più con altri termini, si lega agli studi di Howard Gardner, psicologo cognitivo statunitense noto per la sua teoria delle intelligenze multiple. Gardner individua diversi tipi di intelligenze, tra cui:

  • l’intelligenza linguistica
  • l’intelligenza logico-matematica
  • l’intelligenza spaziale
  • l’intelligenza musicale
  • l’intelligenza corporeo-cinestetica
  • l’intelligenza interpersonale
  • l’intelligenza intrapersonale.

Le persone possono avere diverse aree di forza e talento e non essere necessariamente limitate a una singola abilità.

Oggi si parla sempre più spesso di multipotenzialità in ambito lavorativo, soprattutto dopo il recente TED di Emilie Wapnick, Perché alcuni di noi non hanno un’unica vera vocazione e del suo libro “Diventa chi sei ” che affronta la multipotenzialità in ambito lavorativo individuando 4 diverse tipologie di multipotenziali.

I multipotenziali possiedono un’ampia varietà di interessi e abilità in diversi campi spesso apparentemente disconnessi tra loro. Una caratteristica che accomuna soggetti multipotenziali è certamente la curiosità insaziabile e la capacità di eccellere in più aree.

Le diverse tipologie di multipotenziali

In vari ambiti, sia generali che specializzati, è stata effettuata una categorizzazione dettagliata delle diverse tipologie di multipotenziali. In questa sede si procede ad una sintesi generica, allo scopo di capire i differenti approcci che possono interessare le persone con svariati interessi, curiosi, creativi e che eccellono in più settori.

Ci sono 4 tipologie di multipotenziale e sono:

  • Il sintetizzatore: chi ama collegare idee da campi diversi per creare qualcosa di nuovo e originale. Se ti ritrovi spesso a combinare concetti da ambiti differenti per generare soluzioni innovative, potresti appartenere a questa categoria.
  • L’imprenditore seriale: chi ama avviare nuovi progetti e imprese. Si entusiasma nell’iniziare, ma può perdere interesse una volta che le cose si stabilizzano. Se ami l’eccitazione del nuovo e hai una serie di progetti avviati, potresti rientrare in questo profilo.
  • Lo specialista di fase: chi si immerge profondamente in un campo per un periodo limitato, per poi passare a qualcos’altro. Se anche tu passi dal trovarti ad immergerti totalmente in un interesse per poi passare a un altro, mantenendo le competenze in ogni area, potresti rientrare in questa categoria.
  • L’incrocio creativo: chi trova la sua forza nell’intersezione di due o più campi. Se hai una combinazione unica di competenze che ti permette di occupare una nicchia particolare, questo potrebbe essere il tuo tipo.

Come identificare il tuo tipo di multipotenzialità e… la mia esperienza

Per quanto mi riguarda, quando ho avuto conoscenza del concetto di multipotenzialità, qualche anno fa, ho sbrogliato diverse matasse nella mia vita. A prescindere da quale fosse la mia tipologia di multipotenzialità, ho dato tante risposte a situazioni del passato, ma soprattutto ho vissuto il presente meglio e con più intenzionalità.

Insomma, ho tirato un sospiro di sollievo: non ero strana, inconcludente o insoddisfatta, ma ero e sono entusiasta, curiosa, creativa e multidisciplinare. Il concetto di multidisciplinarietà ed il fatto di essere trasversale a volte ha creato problemi alle persone intorno a me, soprattutto nel lavoro. Ma a loro, non a me, ed oggi sono forte di questo mio punto di forza.

Multipotenziali poliedrici

Il lavoro che ho fatto su di me all’inizio è stato per lo più casuale, ma un poco alla volta è diventato sempre più determinato, determinante, focalizzato e mi ha fatto trovare una direzione. Ho scoperto come fare a mettere insieme i miei interessi e le mie passioni.

Se anche tu ti trovi in una situazione simile o in una situazione “indeterminata”, se non ami la linearità dei percorsi “standard” e se ti assalgono mille incertezze su etichette che ti fanno dubitare di te e di quello che stai costruendo. Se ti senti, o ti senti dire spesso, di essere dilettante inconcludente, allora continua a leggere perché da questo articolo potresti prendere grande ispirazione e consapevolezza.

Tipologie di multipotenziali e a quale appartieni.

Parti dalle seguenti domande:

– Ho una gamma ampia e diversificata di interessi che spaziano in diversi campi o discipline?
– Mi adatto rapidamente a nuovi argomenti o competenze e trovo piacere nell’apprendere cose nuove?”
– Tendo a passare da un interesse all’altro piuttosto che rimanere focalizzato su un unico campo per un lungo periodo?”
– Mi sento motivato ed eccitato dall’idea di intraprendere nuovi progetti o esplorare nuovi argomenti?
– Sono abile nel trovare connessioni creative tra diversi campi di conoscenza?
– Mi trovo spesso insoddisfatto nel seguire un unico percorso professionale o accademico e desidero invece una carriera che integri diversi interessi?

domande da porsi per iniziare ad esplorare se si è multipotenziali
Professional Organizer & Coach

Ciao, sono Gianna, Professional Organizer e Coach, esperta in gestione del tempo e del lavoro. Sono qui per supportarti in questo viaggio verso una gestione del tempo più efficace e motivante. Ti aiuto a gestire il tempo ed il lavoro per cambiare la tua vita, in un’ottica di work-life balance. Se sei multipotenziale e non hai ancora trovato un equilibrio nella gestione dei tuoi progetti posso aiutarti.

Se vuoi lavorare con me ti invito a contattarmi scrivendomi una mail a ciao@giannadigirolamo.it o a prenotare una call gratuita di 20 minuti qui.

Per sapere più nel dettaglio di cosa mi occupo vai alla mia pagina dei servizi.

Seguimi su Instagram e iscriviti alla mia newsletter, riceverai in regalo il pdf “6 passi verso una buona gestione del tempo”

Ulteriori consigli

Connettiti con i tuoi interessi autentici

Presta attenzione ai campi che ti attraggono naturalmente. I tuoi interessi possono darti indizi su quale tipo di multipotenziale sei.

Identifica il tuo modello di apprendimento

Come preferisci imparare e affrontare nuovi argomenti? Sei un appassionato di approfondimenti o preferisci avere una visione generale? Da questo potrebbe dipendere la tipologia della tua multipotenzialità.

Considera il tuo approccio al lavoro

Come gestisci i progetti e le attività? Preferisci lavorare su più progetti contemporaneamente o dedicarti a uno alla volta?

Come valorizzare la tua multipotenzialità nel lavoro e nella vita

In primis, sviluppa un portfolio di competenze. Usare i tuoi diversi interessi per costruire un set unico di abilità può essere un grande vantaggio in molti campi lavorativi.

Ambisci sempre a trovare il TUO equilibrio. Imparare a bilanciare i tuoi molteplici interessi in maniera sostenibile, senza sovraccaricarti e senza fare multitasking. A proposito di multitasking, tallone di Achille per molti multipotenziali, ti consiglio di leggere il seguente articolo: Multitasking: una trappola che ha fatto fin troppi danni

La gestione del tempo e la prioritizzazione sono fondamentali, soprattutto per i multipotenziali

Crea collegamenti tra i tuoi interessi. Trovare modi per integrare i tuoi vari interessi in un progetto o in un ruolo lavorativo ti permetterà di mantenere alti stimoli e motivazione anei confronti degli impegni.

Letture per approfondire la multipotenzialità

A seguire alcune letture che ti suggerisco se vuoi approfondire l’argomento della multipotenzialità:

Diventa chi sei – Emilie Wapnick

The renaissance soul – Margaret Lobenstine

Refuse to choose – Barbara Sher

Generalisti – David Epstein

Contaminati – Giulio Xhaët

Talent is overrated – Geoff Colvin

Multipotenziali – Fabio Mercanti


Conclusioni

In questo viaggio alla scoperta delle diverse sfumature dei multipotenziali, abbiamo esplorato le varie tipologie che questi soggetti unici possono assumere. Ognuna delle categorie viste rappresenta un modo diverso in cui la multipotenzialità si manifesta, dimostrando che non esiste un unico modo per essere talentuosi o interessati a più campi.

Ci tengo a sottolineare che l’identificazione come multipotenziale non è solo una questione di etichettatura, ma una comprensione profonda di come interagiamo con il mondo che ci circonda, come impariamo, come lavoriamo e come troviamo soddisfazione nelle nostre vite. Per chi si riconosce in una di queste categorie, è importante valorizzare questa propria natura, sfruttandola come un punto di forza e non viverla come un limite.

Il mondo moderno, con la sua costante evoluzione e la crescente interconnessione di diversi campi, offre opportunità senza precedenti per i multipotenziali. In ogni settore, dalla tecnologia all’arte, dall’educazione alla gestione aziendale, c’è spazio per chi può portare una prospettiva diversificata e integrare conoscenze da diverse discipline.

In conclusione, essere multipotenziali è una ricchezza, un invito a esplorare, a imparare e a contribuire in modi sempre nuovi e stimolanti. È un invito a non limitarsi, a non confinarsi in una singola identità o carriera, ma a vivere pienamente la vastità dei propri interessi e talenti. La multipotenzialità è un dono, e come tale, va coltivato, celebrato e utilizzato per arricchire non solo la propria vita, ma anche quella degli altri.

Tu sei multipotenziale? Se ti va di condividere la tua esperienza, se questo articolo ti è stato utile o in quale tipologia di multipotenziale ti riconosci ti aspetto nei commenti.

Buon vento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli consigliati