Ti aiuto a gestire il tempo per cambiare la tua vita, in un’ottica di work-life balance.

BLOG gestione del lavoro gestione del tempo time managing

Come gestire i progetti efficacemente: dall’idea alla gestione del team

Come gestire i progetti efficacemente

L’incognita di ogni professionista freelance per trasformare un’idea in un progetto è come gestire i progetti efficacemente, per non disperdere risorse e raggiungere i propri obiettivi professionali. La pianificazione di un progetto non è solo un mero esercizio organizzativo; è un’arte che integra visione, strategia e una gestione del team mirata, se ce n’è uno. In questo articolo esploreremo come navigare con successo in questo viaggio, dalla nascita dell’idea alla gestione quotidiana del tuo team.

Buona lettura!

Partiamo dall’inizio

Come nasce un progetto

C’è poco da fare, ma all’inizio e prima di potersi definire “progetto” è bene parlare di “idea”. Un progetto, infatti, nasce dall’incubazione di un’idea.

Ma come nasce un’idea vincente? Il processo creativo è soggettivo, ma ci sono alcune costanti. Ascoltare te stessa, i tuoi bisogni e quelli del cliente rappresenta la parte embrionale che non è definita, ma continua soprattutto all’inizio ad evelvere e cambiare.

In questa fase ritengo che sia fondamentale non temere di sognare in grande. Non per nulla ogni grande progetto nasce da un’intuizione, seguita da un’analisi approfondita e ben strutturata.

Ma passiamo, adesso, alla parte più concreta, quella che inizia a dare una direzione al progetto, ovvero

Come gestire i progetti: lo studio di fattibilità

Lo studio di fattibilità implica un’analisi dettagliata e approfondita per valutare la sostenibilità e il potenziale di profitto di un progetto. Questa fase prevede la risposta a domande cruciali su vari aspetti:

  1. Risorse: determinare le risorse necessarie, come capitale, personale, tecnologia e tempo.
  2. Aspetti legali: analizzare i requisiti legali e di conformità che possono influenzare il progetto.
  3. Costi: stimare i costi totali del progetto, inclusi i costi diretti e indiretti.
  4. Benefici attesi: valutare i benefici potenziali, sia tangibili (come il profitto) sia intangibili (come il miglioramento del brand).

Questo studio è fondamentale per prendere decisioni informate sulla fattibilità del progetto, aiutando a evitare investimenti in iniziative non sostenibili o poco redditizie.

La bussola del progetto: la definizione degli obiettivi

Una volta che l’idea è chiara tocca passare alla definizione degli obiettivi. Chiediti “cosa voglio realizzare?” Gli obiettivi dovrebbero avere delle caratteristiche tali da potersi definire efficaci. A tal fine ti rimando all’articolo che approfondisce questo aspetto: Obiettivi SMART: cosa sono e come stabilirli per essere efficaci

L’importanza di definire gli obiettivi è data dal fatto che questi saranno la tua bussola, ovvero guideranno ogni decisione che prenderai.

Come gestire i progetti: pianificazione strategica delle fasi del progetto

La pianificazione strategica è il tuo percorso da seguire, un passo alla volta, come dei micro obiettivi da raggiungere che ti porteranno, un passo alla volta, al più importante obiettivo finale. Comincia suddividendo il progetto in fasi, definendo le risorse necessarie (umane, finanziarie, materiali) e le tempistiche. Utilizza strumenti come il diagramma di Gantt per visualizzare la roadmap del progetto, e non dimenticare di includere milestones e revisioni periodiche.

La gestione del team di un progetto

Ogni grande leader sa che un team è più della somma delle sue parti. La selezione del tuo team è cruciale. Cerca persone non solo con le competenze giuste ma anche con la giusta mentalità. Una volta formato il team, il tuo ruolo sarà quello di motivare, guidare e, quando necessario, mediare. La comunicazione è la chiave: ascoltare, dare feedback e incoraggiare lo scambio di idee sono alla base del lavoro ad un progetto, quando questo interessa più competenze.

Ti suggerisco di leggere i seguenti articoli per avere una visione più completa della questione:

Come aumentare la produttività delegando compiti minori: l’arte della delega

Lavorare in gruppo: come farlo al meglio

Riunioni aziendali efficaci: come gestirle per ottimizzare i flussi di lavoro

Il monitoraggio

Fatta la pianificazione, adesso è il momento di passare al monitoraggio costante. Usare strumenti di project management per tracciare i progressi e identifica precocemente eventuali deviazioni dalla rotta può alleggerire di molto lo sviluppo del progetto e soprattutto avere sempre la situazione di tutti sotto controllo, al fine di raddrizzare il tiro al bisogno. Sii pronta ad adattare i piani, ma mantieni sempre gli obiettivi in vista.

Gianna Di Girolamo | Time Management Expert

Ciao, sono Gianna, esperta in time management con focus sulla gestione del work-life balance. Aiuto donne impegnate, solopreneur o freelance, a trovare la loro personalissima quadra tra le mille mila cose da fare e responsabilità, ecc. senza rinunciare a sé stesse, senza sentirsi sopraffatte e con l’ansia di non riuscire a concludere niente, di arrivare a fine giornata stremate dalle cose fatte, ma con la sensazione di non avere concluso granché.

Se vuoi lavorare con me ti invito a contattarmi scrivendomi una mail a ciao@giannadigirolamo.it.

Per sapere più nel dettaglio di cosa mi occupo vai alla mia pagina dei servizi.

Seguimi su Instagram e iscriviti alla mia newsletter, riceverai in regalo il pdf “6 passi verso una buona gestione del tempo”

Come gestire i progetti: conclusione

Ogni progetto ha una sua conclusione. Quando arrivi a questo punto, è tempo di valutare. Cosa ha funzionato? Cosa potrebbe essere migliorato? Questa fase è cruciale per la crescita professionale. Celebrare i successi con il team e riflettere sugli insegnamenti, sempre.

Gestire un progetto dall’idea iniziale alla gestione del team è un percorso ricco di sfide e soddisfazioni. Con la giusta combinazione di pianificazione, strategia e leadership, trasformerai le tue idee in realtà concrete, portando il tuo business e la tua crescita personale a nuovi livelli.

Buon vento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli consigliati