Ti aiuto a gestire il tempo per cambiare la tua vita, in un’ottica di work-life balance.

crescita personale gestione del lavoro gestione del tempo

Come fare a conciliare lavoro e famiglia? 10 punti per svoltare

come fare a conciliare lavoro e famiglia - equilibrio

Come fare a conciliare lavoro e famiglia? Questa è la domanda da un milione di dollari che sempre più spesso mi fanno le mie clienti. Dalla mia esperienza come Professional Organizer e Coach ti consiglio alcune strategie. Fammi sapere nei commenti qual è il tuo approccio alla questione oppure contattami per sapere se ce n’è qualcuna che ti mette più in difficoltà.

Buona lettura!

Navigare tra le richieste del mondo lavorativo e le responsabilità familiari, conciliare figli e lavoro, non è cosa semplice e molti di noi si trovano spesso in lotta per mantenere un equilibrio sano.

Cosa accade quando non riusciamo a trovare questo equilibrio tra lavoro e famiglia?

Le conseguenze di un mancato equilibrio ed allineamento tra lavoro e vita familiare possono essere profonde e variegate, influenzando non solo la nostra salute e il nostro benessere, ma anche le nostre relazioni e la nostra performance professionale.

Uno degli impatti più immediati si manifesta sotto forma di stress e affaticamento. Tipica è la sensazione di frustrazione che si ha quando si è al lavoro e si pensa ai figli o, di contro, quando ci si trova con i figli ma la testa è al lavoro. Quando le richieste del lavoro invadono il tempo dedicato alla famiglia o viceversa, si può sviluppare la sensazione di essere costantemente sopraffatti, portando a stress cronico. Questo stress non solo deteriora la nostra salute mentale, ma può anche avere effetti negativi sulla salute fisica, aumentando il rischio di problemi come malattie cardiache, disturbi del sonno e un sistema immunitario indebolito.

Dal punto di vista relazionale, la mancanza di un equilibrio tra lavoro e famiglia può portare a tensioni e conflitti. I membri della famiglia possono sentirsi trascurati o sottovalutati, mentre sul posto di lavoro si può percepire una mancanza di focus o impegno. Il rischio è quello di entrare in un circolo vizioso in cui le relazioni in entrambi gli ambiti ne soffrono, diminuendo la qualità della vita personale e la soddisfazione lavorativa.

Quando si è costantemente tirati in direzioni opposte, la nostra capacità di essere presenti e concentrati in qualsiasi ambito viene compromessa. Questo può portare a una diminuzione della produttività sul lavoro e a una minore qualità del tempo trascorso con la famiglia. A lungo termine, questo può influenzare negativamente la crescita professionale e il benessere emotivo dei membri della famiglia.

Infine, il mancato equilibrio tra lavoro e famiglia può limitare il nostro sviluppo personale. Quando siamo costantemente sommersi dalle esigenze di lavoro e famiglia, troviamo poco tempo per la cura personale, l’hobby, l’apprendimento e la crescita personale. Questo può portare a una sensazione di stagnazione e insoddisfazione, minando la nostra autostima e la nostra visione della vita.

La società sembra spingere verso il dovere scegliere tra lavoro e famiglia, ma è veramente così? Dobbiamo veramente sacrificare una cosa per il benessere dell’altra?

A mio avviso, è fondamentale riconoscere l’importanza di trovare un equilibrio sostenibile tra lavoro e vita familiare. Non solo per il nostro benessere immediato, ma anche per garantire una vita più ricca e soddisfacente a lungo termine.

Ecco dieci strategie chiave per aiutarti a raggiungere questo equilibrio, migliorando così la qualità della tua vita lavorativa e familiare

Come fare a conciliare lavoro e famiglia
Illustrazione generata da una AI

1. Parti dal mindset se ti chiedi come fare a conciliare lavoro e famiglia

Con l’approccio giusto puoi conquistare il mondo! Una mente aperta al cambiamento è la prima caratteristica su cui investire e di cui equipaggiarsi se vogliamo conciliare lavoro e famiglia. Se il problema è il mancato equilibrio tra lavoro e famiglia, un’insoddisfazione in entrambe le sfere che crea una serie di frustrazioni che ci rendono stressati e/o ansiosi, che non ci fanno provare appagamento per la nostra vita, allora un cambiamento da qualche parte va intrapreso. Non possiamo risolvere i problemi ponendo in essere quelle stesse azioni che li hanno creati.

2. Fai chiarezza

Focalizzarci sul problema non lo risolve, piuttosto focalizziamoci su quello che vogliamo raggiungere. Tu hai chiara la visione della condizione in cui vuoi trovarti, in cui vivere una vita fiera ed appagante? Il che non vuol dire né “perfetta”, né “senza problemi”. Qual è il tuo obiettivo di vita? Hai mai riflettuto su questa questione? Hai mai trovato una risposta che rifletta la tua autenticità?

3. Crea spazio

Per “spazio” intendo:

  • Spazio mentale per alleggerire il carico mentale
  • Spazio temporale
  • Spazio emotivo
  • Spazio per la propria crescita personale: se non investi in te come pretendi di trovare equilibrio interno a te?
  • Spazio fisico

4 Stabilisci le “tue” priorità

Una volta che hai creato spazio intorno a te, per raggiungere un equilibrio tra lavoro e famiglia è necessario definire chiaramente le tue priorità. Ecco alcune domande che potresti porti:

  • Quali sono i miei valori sia in ambito familiare che lavorativo?
  • Cosa è veramente importante per me?
  • Quali sono i miei obiettivi a lungo termine sia in ambito lavorativo che familiare?

Una volta identificate le tue priorità, sarà più semplice prendere delle decisioni che riflettano i tuoi valori ed obiettivi, quindi stabilire un equilibrio nella tua vita e conciliare lavoro e famiglia.

5. Pianifica e organizza il tuo tempo

E qui si passa all’aspetto tecnico, ma ricorda che “tecnico” non significa rigido, complesso e mai variabile. Piuttosto organizzare il proprio tempo vuol dire essere flessibili, semplificare e sapere rimodulare costantemente riuscendo a raggiungere la nostra visione, i nostri obiettivi, il nostro work-life balance. Ecco come fare a conciliare lavoro e famiglia.

6. Imposta confini chiari

Stabilire confini chiari tra lavoro e vita privata è essenziale, ma non è per nulla semplice soprattutto all’inizio di questa fase di cambiamento. Essere focalizzati nel contesto in cui ci si trova, lavorativo o familiare, è essenziale. Quando ci si trova al lavoro va spinta la concentrazione alle attività professionali; allo stesso modo, quando ci si trova in famiglia è necessario, utile e sano distaccarsi dalle questioni lavorative. Questo aiuta a ridurre lo stress e aumenta la tua efficienza in entrambi gli ambiti. Chiaramente questo shift è complicato, motivo per il quale chiedere il supporto di un coach, ad esempio, può agevolare notevolmente l’uscita dall’impasse.

Professional Organizer & Coach

Ciao, sono Gianna, Professional Organizer e Coach, esperta in gestione del tempo. Sono qui per supportarti in questo viaggio verso una gestione del tempo più efficace e motivante. Ti aiuto a gestire il tempo per cambiare la tua vita, in un’ottica di work-life balance.

Se vuoi lavorare con me ti invito a contattarmi scrivendomi una mail a ciao@giannadigirolamo.it o a prenotare una call gratuita di 20 minuti qui.

Per sapere più nel dettaglio di cosa mi occupo vai alla mia pagina dei servizi.

Seguimi su Instagram e iscriviti alla mia newsletter, riceverai in regalo il pdf “6 passi verso una buona gestione del tempo”

7. Delega e chiedi aiuto

A meno che non si è vittime della “sindrome del super eroe o della super eroina”, prima capiamo che non possiamo fare tutto, ma dobbiamo volere concentrarci solo sulle cose importanti per noi, e prima renderemo la nostra vita appagante. Per noi stessi. La soluzione è la delega e chiedere aiuto.

Se in ambito lavorativo delegare determinate attività ad altri che possono svolgerle ci fa guadagnare tanto tempo, lo stesso approccio può essere traslato alla famiglia in cui si può coinvolgere il partner, i figli o altri membri nelle attività domestiche e/o familiari. Chiedere aiuto non è un segno di debolezza, ma una strategia intelligente per gestire meglio il tempo.

8. Impara a dire no

I tanti “si” che diciamo agli altri equivalgono spesso ai tanti “no” che diciamo a noi stessi con la conseguenza di… “scoppiare!”. Imparare a dire no è cruciale per mantenere un equilibrio tra lavoro e famiglia. Accettare ogni richiesta di lavoro, di aiuto, di urgenza (per gli altri, non per te) può essere frustrante a lungo andare ed allontana dal soddisfacimento dei propri bisogni. Se hai una scadenza da rispettare dire si alle richieste di colleghi e/o clienti non fa che farti posporre il completamento di un tuo compito, facendoti entrare nel loop di ansia da stress e frustrazione. Soprattutto nel lungo termine. Valutare ogni impegno in base alle proprie priorità e non avere paura di rifiutare ciò che non si allinea con esse ci aiuta a mantenere un sano equilibrio tra lavoro e famiglia.

9. Sii mindful

Riuscire ad essere presenti nel lavoro quando si è al lavoro ed in famiglia quando si è in famiglia, oltre a gustarci i rispettivi momenti, ci fa essere più produttivi in ambito lavorativo.

Dedicare, poi, del tempo di qualità alla famiglia significa sia essere fisicamente presenti, ma anche essere completamente coinvolti e attenti. I momenti con la propria famiglia vissuti con presenza mentale sono fondamentali per rafforzarne i legami.

10. Come fare a conciliare lavoro e famiglia? Rifletti e adatta

Infine, ma non meno importante, prendersi del tempo per riflettere sulle sfere della propria vita e sulle influenze l’una nell’altra è assolutamente determinante quando ci si chiede come fare a conciliare lavoro e famiglia. Alcune domande che potresti porti sono:

  • Sei soddisfatta/o di come stanno andando le cose?
  • C’è qualcosa che vorresti migliorare?
  • Cosa hai vissuto come non avresti voluto?
  • Cosa avresti potuto fare di diverso affinché non accadesse?
  • Cosa hai vissuto di positivo in ambito lavorativo ed in ambito familiare che vorresti implementare nuovamente?

Come fare a conciliare lavoro e famiglia: conclusioni

In conclusione, per comprendere al meglio quali siano le migliori dinamiche e risolvere il dilemma di come fare a conciliare lavoro e famiglia è importante analizzare, affrontare e fare propri i dieci punti descritti nel presente articolo. É una sfida che richiede impegno, pianificazione e flessibilità. Ricorda che trovare il giusto equilibrio è un processo in continua evoluzione, che si adatta alle tue esigenze e a quelle della tua famiglia. Con questi dieci punti, sarai sulla strada giusta per creare un equilibrio soddisfacente tra le diverse sfere della tua vita.

Buon vento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli consigliati